Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2007

Auto in fuoristrada

Oggi voglio aprire un dibattito, o meglio riaprire perchè si tratta di una questione annosa anche se dei nostri tempi recenti, già trita e ritrita in ogni forma mediatica.
Perchè il modello più diffuso di auto è il fuoristrada, o presunto tale (il famoso SUW)?
Molte persone sono succubi del fascino di queste automobili, ed io mi metto a capo della lista visto che da sempre la 'jeep' ha esercitato su di me un fascino incredibile. Dalla mia, per giustificarmi, però devo dire che io sono nata e cresciuta in campagna, ho guidato trattori ed ammirato le possibilità che un macchinario può dare per aiutare l'uomo. per me il fuoristrada rappresenta la forma di mezzo di locomozione per eccellenza, cioè quello che ti permette di andare ovunque e con qualunque condizione atmosferica (per esempio con neve e ghiaccio).
Ma mentre giustifico il mio personale interesse, non capisco quello di persone che vivono ed hanno sempre vissuto in una città di pianura....boh?
E poi c'è l'altra …

13 luglio 2007

Eccomi qui.....è passato un anno.
Un anno da quando tu mi hai detto 'forse è meglio che ci separiamo così ognuno si fa gli affari suoi'.
Un anno da quando abbiamo preso la decisione di separarci.....
Io voglio fare il punto della situazione, credo che sia giusto farlo. E' stato un anno pesante, difficile, lunghissimo.......sono successe mille cose........
Ho provato a scriverti mille volte prima di allora, nell'anno precedente, dopo averti confessato il mio tradimento in quella maledetta sera su al ristorante. Ho provato mille volte a scriverti per spiegarti cosa fosse succcesso, cosa mi stava succedendo , perchè l'avevo fatto, quanto soffrivo per averti fatto soffrire, a te che non te lo meritavi. ma ogni volta che ci provavo poi tutto falliva miseramente, e forse avrei dovuto insistere nonostante i tuoi silenzi, avrei dovuto continuare.....ma la mia insicurezza mi bloccava.
Ho provato a scriverti ancora mille volte dopo quella decisione.....dopo quel maledetto 13 lugl…

IO sono IO

Ho preso una decisione…..beh insomma, più che altro ho capito una cosa.
No due.
Primo: non è possibile che le tue amiche abbiano paura di te. Credo che le amiche dovrebbero amarti , odiarti, litigare con te…ma non avere paura……e nemmeno compassione. L’affetto è un’altra cosa…..
Questa mattina, dopo 36 ore di black out, ho deciso di mandare un sms alla mia amica S con cui ho discusso l’altra sera e lei mi ha richiamata. Poteva rispondere con un semplice sms ma ha voluto chiamarmi forse per farmi capire che aveva voglia di sentirmi…..o forse per paura che nel caso di un sms io potessi pensare che aveva un atteggiamento ‘freddo’ nei miei confronti……..la verità non la saprò mai.
Forse queste sono solo mie ‘seghe mentali’, in realtà se mi ha chiamata è perché voleva sentirmi e basta. Però io non posso fare a meno di pensare……a lei e alle altre, a questa forma di amicizia……che io ho sempre considerato come la mia famiglia, le mie radici, un punto di riferimento per me.

IO sono quella che ha d…

Back to reality

Eccomi tornata dalle ferie….che per quanto lunghe sono sempre troppo brevi e comunque sono una tortura perché ti fanno assaporare il gusto della libertà.
In queste settimane mi sono goduta la meravigliosa compagnia del mio cucciolo e sono stata ‘orfana’ dei miei coach…….e così ho fatto le cose di testa mia.
Credo di aver fatto tante cose belle …..e anche tanto casino. Ero convinta di essere riuscita a raggiungere un punto in cui riuscire a fregarmene di quello che le persone pensano di me, intendo le persone vicine, gli affetti. Ero convinta di riuscire ad amare le persone indipendentemente dalla loro presenza e dal tempo dedicatomi. Ma ieri mi sono resa conto che forse non è così. Ho così tanta voglia di stare con qualcuno che alla fine pretendo che gli altri ci siano per me. La solitudine mi pesa come non mai.
Ora sono a casa sola: il piccolo è in vacanza con suo padre per due settimane e anche se mi manca da morire ho deciso di dedicare questo tempo a me stessa e quindi di uscire, riu…