Passa ai contenuti principali

Auto in fuoristrada

Oggi voglio aprire un dibattito, o meglio riaprire perchè si tratta di una questione annosa anche se dei nostri tempi recenti, già trita e ritrita in ogni forma mediatica.
Perchè il modello più diffuso di auto è il fuoristrada, o presunto tale (il famoso SUW)?
Molte persone sono succubi del fascino di queste automobili, ed io mi metto a capo della lista visto che da sempre la 'jeep' ha esercitato su di me un fascino incredibile. Dalla mia, per giustificarmi, però devo dire che io sono nata e cresciuta in campagna, ho guidato trattori ed ammirato le possibilità che un macchinario può dare per aiutare l'uomo. per me il fuoristrada rappresenta la forma di mezzo di locomozione per eccellenza, cioè quello che ti permette di andare ovunque e con qualunque condizione atmosferica (per esempio con neve e ghiaccio).
Ma mentre giustifico il mio personale interesse, non capisco quello di persone che vivono ed hanno sempre vissuto in una città di pianura....boh?
E poi c'è l'altra categoria che mi incuriosisce ulteriormente: i neo-genitori.
L'altra mattina ho avuto modo di vedere arrivare sul lavoro il mio rifornitore di metano di fiducia (già...la mia auto va a metano!) e questo, padre da meno di un anno, arriva con un meraviglioso fuoristrada fiammante marchiato mercedes!! Ho subito collegato l'auto al figlio, non so perchè. Forse esagero, ma secondo me è una mania che ha preso diverse persone. Quando uno diventa genitore vuole un'auto spaziosa e sicura per trasportare il pargolo e quale auto è più sicura di un fuoristrada? Forse parlo per invidia, ma che valore aggiunto da' un'auto costosa e ingombrante al volersi prendere cura del proprio figlio?
Che poi magari lo si usa solo in città o solo per brevi spostamenti, amgari per andare a prendere i figli a scuola (e chiunque si sia mai trovato in un ingorgo davanti ad una scuola nell'ora di uscita, può capirmi). Pensate a quanto spreco di spazio, di carburante e di conseguenza di inquinamento.
Così si vedono suw e fuoristrada di marca e foggia improbabili......magari alcuni di quelli non sarebbero in grado di superare un percorso sterrato di minima pendenza su un terreno asciutto. Magari molti di quelli non sarebbero in grado di superare un percorso sterrato di minima pendenza su un terreno asciutto per incompetenza del pilota. Credo che la maggior parte delle persone (e aimè quasi tutt donne) che usano queste auto non sia a conoscenza delle effettive potenzialità del mezzo , tipo 'ma quella levetta lì a cosa serve?' 'non so, non l'ho mai usata!'.
Credo di aver avuto migliori performance automobilistiche quando superavo le salite in curva del mio paesello coperte da 1/2 metro di neve con la fiat 126 di mio padre (e sfido chiunque a dire che 500 e 126 non avessero grandi risorse in questi casi.......chi sa che è vero sa anche il perchè).
Quindi per ora me ne vado a spasso con la mia auto usata con impianto a metano, sospirando di fronte ad un Land Rover Defender e sognando il giorno in cui potrò ritirarmi a vivere in una casetta sulla collina, raggiungibile solo con quell'auto, quando potrò permettermi anche di non lavorare per vivere......
Ma sognare aiuta a vivere meglio?????? (mmmmmmmmm)

Commenti

Post popolari in questo blog

Donna in rinascita

Chi non ha letto il bellissimo brano 'donne in rinascita' di Diego Cugia , o non l'ha mai sentito recitato da Fabio volo e musicato da 'parole e musica'? E' un brano perfetto, descrive le donne come nemmeno loro stesse riescono. A volte un miracolo consente questo tipo di empatia maschile nei nostri confronti. La realtà molto più spesso coincide con i rapporti uomo-donna spassosamente descritti da Luciana Littizzetto.
Si pensa sempre ad una donna in rinascita quando finisce un amore, ma io credo che la vera rinascita di una donna sia quando prende coscienza di se stessa e del suo valore e del fatto che l'unico vero amore della nostra vita siamo noi stessi, uomini o donne che siamo.
Solo chi ama veramente se stesso può amare il prossimo. 

Solo una donna che ha imparato (e se ce l'ha sempre avuto beata lei) un sincero, reale amore per se stessa può essere una buona compagna di vita e  una buona madre.

Ho rinvenuto questo blog come un reperto archeologico. 
Mi …

Vi presento il mio ufficio.......

Oggi in ufficio siamo ridotti a causa della neve. C’è un clima rilassato, forse proprio per la nevicata incombente, che fa tanto spirito natalizio e voglia di rallentare, di riprendere ritmi di vita in linea con la stagione. L’inverno è fatto per riposare: la terra riposa (almeno quest’anno, finalmente) sotto la meritata neve, gli animali riposano in letargo oppure rintanati aspettando il disgelo, le piante sono immobili risparmiando linfa ed energie in attesa del calore della primavera. Anche noi dovremmo rallentare ma non vogliamo sentirne ragione. Il lavoro deve essere costante durante ogni stagione indipendentemente dal freddo o dal caldo. Anche per me, che nella vita ho sempre sentito tanto forte il legame con la terra e la natura L.
Spesso mi chiedo cosa ci faccio qui, perché faccio questo lavoro che non mi appartiene, che non sento mio. Non posso non vedere il marcio che mi circonda.
Qui , nella scrivania di fianco, ci sono persone che adorano questo lavoro, che si divertono, si …

Mr X

Nel mio ufficio ci sono i consulenti, come me, i consulenti responsabili del gruppo (di consulenti ovviamente) e poi c’è il service manager, che supervisiona tutti i consulenti. Poi ci cono gli interni dell’azienda senza un aprticolare qualifica , ma che comunque sono un gradino sopra di noi solo per il fatto di essere interni, poi ci sono i capogruppo interni e il capo dei capogruppo e così via a salire fino al cielo....L’altro giorno un fornitore di servizi indice una call conference per informarci di un loro passaggio di versione e degli impatti che potremmo avere. A tal fine convoca il responsabile deputato interno, che a sua volta scarica verso il suo sottomesso che scarica verso il suo sottomesso che si ferma solo eprchè è il livello base, ma in un certo senso no perchè coinvolge me e un collega, cioè le ultime ruote del carro e così ci troviamo catapultati in call conference in inglese con questo interno (che d’ora in poi chiamerò X) che non solo non è nemmeno capace di esprime…